venerdì 20 febbraio 2009

9,77/20

Tutto il primo semestre di unversità si racchiude in questa cifra magica: 9,77. Alla volta insufficienza, e grandissima presa di culo, non è nemmeno la mia media generale, ma la media di un'unica materia che ero una dei 5 a studiare in tutta la classe. Io e altri 5 eravamo i soli ad andare a lezione tutte le settimane, a fare ricerche tutte inutili e a farmi un culo grosso cosi' anche quando non era obbligatorio. "Non preoccupatevi, ne tengo conto quando metto il voto all'esame!".
Si fotta, mio caro docente.
9,77 è una gran presa di culo, perchè lo sa che con 9,8 il voto sarebbe stato arrotondato automaticamente a 10, permettendomi di non dover ripassare 8 esami del primo semestre a giugno. Perchè per il momento sono bocciata. Si' signori. Sono bocciata nel primo semestre.
Ma tal docente non è l'unico ad essersi divertito cosi'. No signori! Ho avuto tutta una sfilza di 9,5 , 9,6, e addirittura un 9,567!!! No comment. Se non vuoi dare giusto la media nemmeno agli studenti che vedi che sono presenti a tutte le tue fottute lezioni, allora fottiti. Scusate il francesismo... Che cazzo di sistema... E so che chi ha fatto solo i compiti che gli tornavano comodi e che veniva a lezione solo quando riusciva a svegliarsi a tempo ha avuto un voto nettamente migliore del mio... E allora non ci credo, non c'è giustizia nel sistema universitario.
Ci fanno due palle cosi' per settimane perchè dobbiamo essere presenti perchè le presenze vengono prese in considerazione nel voto finale, e arrivati alla fine sembrano confondermi con tutta quella massa di studenti strafottenti. Tanto impegno per cosa? Una presa di culo, ecco cosa.
Avrei accettato la bocciatura se avessi avuto 5, 6, o 7 in tutte le materie... Ma farmi ripassare 8 esami perchè mi mancavano 0,3 punti è una grandissima presa di culo... E se facessi ricorso? Se non le accettassi e chiedessi un secondo parere? Cosa fattibile, ma chissà quando con questo mizzica di sciopero...
E allora mi sono messa a pensarci seriamente, e ho deciso che se a fine anno boccio definitivamente, faccio domanda in un'università italiana, che tanto tra qui e li' tutti i sistemi universitari si stanno sfracellando clamorosamente. Tra i due mali tanto vale scegliere quello in cui sono la meno peggio...

7 commenti:

imp.bianco ha detto...

E' tutto un allegro andarsi a farsi ****** questo post... rigare la macchina a 'sti tizi sarebbe una cosa buona e giusta...

X-Bye

viola89 ha detto...

imp: qui prendono tutti la metrooo!!! nemmeno un po' di soddisfazione nel rigargli la macchina!!! :'(
comunque credimi... è tutto forchè allegro...
questa cosa mi ha tolto tutta la voglia che avevo di impegnarmi anche per il secondo semestre... a che scopo sgobbare come una somara se tanto passano sempre i soliti raccomandati???
che depressione...

Valberici ha detto...

Ma certo che non c'è giustizia nel sistema universitario, nemmeno nel mondo del resto.
Quindi impegnati a fondo per il secondo semestre senza farti troppo il sangue gramo, vedrai che ce la farai.
Pensa che è un allenamento in vista del mondo del lavoro ;)

viola89 ha detto...

val: pero' è malsano far girare le palle alla gente fin dalla mia età... e poi la gente si lamenta che a 40 anni moriamo tutti d'infarto... ma è ovvio se fanno venire sto stress già da 19 anni!!!

LucaCP ha detto...

Ciao Viola!
Seguo il tuo blog da tempo, è come leggere un romanzo a puntate XD Scherzo! Mi spiace tantissimo per come stanno andando le cose all'università, ma, se ti può consolare, io sto peggio! Mi mancano un paio di esami alla laurea e ho scoperto di non poterli sostenere quest'anno per motivi improbabili e poco chiari. Traduzione: fino ad aprile del prossimo anno non ho niente da fare, tranne pagare invano le tasse universitarie. Che bello! =_=

Anonimo ha detto...

Da quando sei sola, sempre più fai uso di termini poco appropriati alla tua persona

viola89 ha detto...

anonimo: ok. ho preso nota. ciao!

 

Copyright © 2010

Violite Acuta
| Blogger Templates by Splashy Templates | Free PSD Design by Amuki